Un fungo… per il rammendo creativo

Lei, Pao­la Pel­li­no, è mol­to nota come La guar­da­ro­bie­ra. L’abbiamo già inter­vi­sta­ta e rea­liz­za facen­do cor­si mol­to segui­ti, il famo­so “rica­mo crea­ti­vo” che con­sen­te di recu­pe­ra­re appun­to con crea­ti­vi­tà pic­co­le imper­fe­zio­ni. Ci vuo­le arte, fan­ta­sia e tec­ni­ca per otte­ne­re risul­ta­ti crea­ti­vi ma ci voglio­no anche stru­men­ti stu­dia­ti “ad hoc”. E per que­sto Pao­la ne ha pro­get­ta­to (con mar­chio depo­si­ta­to) uno che com­mer­cia­liz­za per faci­li­ta­re il lavo­ro. Si trat­ta di un fun­go di legno pro­get­ta­to come sup­por­to per il ram­men­do. La sua base piat­ta con­sen­te di appog­giar­lo sul tavolo.

Rea­liz­za­to in legno di fag­gio pro­ve­nien­te da tagli con­trol­la­ti nei boschi del Tren­ti­no, vie­ne tor­ni­to e rifi­ni­to a mano e in ulti­mo nutri­to con cera d’api e car­nau­ba (nel labo­ra­to­rio di tor­ne­ria arti­sti­ca di Tizia­no­wood­lab). Ogni fun­go è mar­chia­to e nume­ra­to a mano con il piro­gra­fo, for­ni­to di un cor­don­ci­no ela­sti­co e cor­re­da­to da un rita­glio di tes­su­to sem­pre diverso.

Il legno è vivo e pre­sen­ta vena­tu­re dif­fe­ren­ti e si con­si­glia di unger­lo perio­di­ca­men­te con poco olio per pro­lun­gar­ne la vita. Que­ste le sue dimen­sio­ni: H 10 cm. – dia­me­tro testa 8 cm. – dia­me­tro base 3,5 cm. 

Come si intui­sce anche lo stru­men­to di lavo­ro diven­ta un pez­zo uni­co arti­gia­na­le fat­to a mano e cura­to nel mini­mo dettaglio.