Gli studenti all’opera fuori dalle aule…

Una bel­la news in ambi­to for­ma­ti­vo ci giun­ge da Eri­ka Fra­cas­sa, Mae­stra del vetro (e già  docen­te del cor­so per “Tec­ni­co spe­cia­liz­za­to in rea­liz­za­zio­ne di vetra­te arti­sti­che e ogget­ti d’ar­te vetra­ria” pres­so la Scuo­la per Arti­gia­ni Restau­ra­to­ri Maria Lui­sa Ros­si di Tori­no), arti­gia­na del nostro sito. 

Le abbia­mo chie­sto di rac­con­tar­ce­la in pre­sa diret­ta: “Gra­zie alla mia col­le­ga arti­sta arti­gia­na Chia­ra Fer­ra­ris, docen­te di vetro­fu­sio­ne per la stes­sa Scuo­la dal 2005 , abbia­mo la pos­si­bi­li­tà di far misu­ra­re gli allie­vi con dei veri e pro­pri lavo­ri ester­ni desti­na­ti a luo­ghi pub­bli­ci. Due anni fa, abbia­mo rea­liz­za­to ben 3 vetra­te arti­sti­che dipin­te, lega­te a piom­bo ed al Tif­fa­ny, con inser­ti in vetro­fu­sio­ne per le fine­stre del vano sca­le del Comu­ne di Gro­sca­val­lo e per l’a­per­tu­ra al pia­no ter­ra tra gli uffi­ci e l’in­gres­so. Fu un’e­spe­rien­za indi­men­ti­ca­bi­le per l’im­po­nen­za del­le vetra­te, l’e­le­gan­za dei sog­get­ti rap­pre­sen­ta­ti, Flo­ra del luo­go, l’Uo­vo di Vil­la Pastro­ne e lo stem­ma del Comu­ne ed i tec­ni­ci­smi adot­ta­ti. Que­st’an­no la scel­ta è rica­du­ta sul­la por­ta di ingres­so del­la bus­so­la del Comu­ne di Ceres: abbia­mo deci­so di sosti­tui­re solo i vetri del­la por­ta per­ché gli altri sono ori­gi­na­li e sareb­be un pec­ca­to sosti­tuir­li sep­pur con vetri d’ar­te. Gli allie­vi del cor­so han­no la pos­si­bi­li­tà di lavo­ra­re su pro­get­ti con­cre­ti che li avvi­ci­na­no alle rea­li dina­mi­che del mon­do del lavo­ro facen­do espri­me­re la loro crea­ti­vi­tà ma ponen­do­li anche davan­ti alle pro­ble­ma­ti­che. La Clas­se sta lavo­ran­do ala­cre­men­te pro­du­cen­do una serie di boz­zet­ti e rea­liz­zan­do alcu­ni pro­to­ti­pi di inser­ti in vetro­fu­sio­ne con la tec­ni­ca del micro-mosai­co e del­la pit­tu­ra. La por­ta sarà arric­chi­ta da un vetro dipin­to con la tec­ni­ca del­la gri­sail­le, sarà suc­ces­si­va­men­te lega­ta e pre­ve­de­rà degli inser­ti in vetrofusione”. 

Un plau­so sin­ce­ro a que­ste ini­zia­ti­ve che inco­rag­gia­no e avvi­ci­na­no i gio­va­ni ai mestie­ri arti­gia­na­li con un occhio fon­da­men­ta­le non solo alla loro pre­pa­ra­zio­ne tec­ni­ca ma anche allo sboc­co lavo­ra­ti­vo vero e pro­prio che aggiun­ge altri impe­gni e soddisfazioni.