Con Erika Fracassa attraversiamo il vetro


Ci sono sto­rie cha han­no un anda­men­to come dire, cir­co­la­re. Come se via via che acqui­si­sci infor­ma­zio­ni si for­mas­se un mosai­co dove ogni tes­se­ra nel tem­po tro­va la sua giu­sta posi­zio­ne a dare armo­nio­si­tà ad un pro­get­to supe­rio­re. Que­sto ci ha fat­to veni­re in men­te la sto­ria di Eri­ka Fra­cas­sa, arti­gia­na del “vetro”. Det­to così sem­bra sem­pli­ce ma si trat­ta in real­tà di una atti­vi­tà ben più arti­co­la­ta. Esa­mi­nia­mo quin­di tes­se­ra per tes­se­ra. Eri­ka per for­ma­zio­ne cer­ca­va qual­co­sa che des­se rispo­sta al suo biso­gno di crea­re. E l’incontro con il vetro e gli anni sco­la­sti­ci pres­so La Scuo­la di Arti­gia­ni e Restau­ra­to­ri di Tori­no Maria Lui­sa Ros­si con l’amatissima mae­stra di restau­ro Lucia Chi­ri­co sono sta­ti la risposta.

Oggi a 38 anni Eri­ka inse­gna nel­la stes­sa scuo­la con gran­dis­si­ma sod­di­sfa­zio­ne. “Sì lavo­ra­re con i ragaz­zi è fan­ta­sti­co. I gio­va­ni sono dav­ve­ro inte­res­sa­ti all’artigianato e mi spin­go­no ad evol­ve­re insie­me a loro”. Le fa pia­ce­re ricor­da­re altri due mae­stri che han­no rap­pre­sen­ta­to aper­tu­re a tec­ni­che di lavo­ra­zio­ni diver­se: Chia­ra Fer­ra­ris, per la vetro­fu­sio­ne e Davi­de Pen­so per le lavo­ra­zio­ni del vetro a lume. Così tap­pa dopo tap­pa nel 2012 giun­ge ad apri­re il pro­prio negozio/laboratorio “Across the glass” dove espo­ne ogget­ti fat­ti a mano da lei ovvia­men­te in vetro (dai bijoux a deco­ra­zio­ni arti­gia­na­li su misu­ra, otti­mi com­ple­men­ti di arre­do per la casa). “La spe­cia­li­tà cui sono par­ti­co­lar­men­te attac­ca­ta è l’arte che pra­ti­co ed inse­gno del restau­ro con­ser­va­ti­vo di vetra­te arti­sti­che sia con la lavo­ra­zio­ne tra­di­zio­na­le a piom­bo e Tif­fa­ny che quel­la medioe­va­le a gri­sa­glia. Non ho anco­ra esplo­ra­to tut­te le tec­ni­che ed è pro­prio que­sto il mio sogno per il futu­ro. Rica­var­mi un po’ di tem­po per spe­ri­men­ta­re in modo libe­ro e personale”. 

Ci pia­ce­reb­be saper­ne di più del tuo com­pa­gno di lavo­ro, il vetro: “Il vetro è vivo, con lui è pos­si­bi­le gio­ca­re una par­ti­ta. Chi lo ama lo deve trat­ta­re con rispet­to per­ché spes­so si impo­ne. E’ il meglio per spe­ri­men­ta­re sapen­do che alla fine lui l’ha sem­pre vin­ta. Una scom­mes­sa con­ti­nua e affa­sci­nan­te”. Sap­pia­mo anche che tu fai par­te con il ruo­lo di segre­ta­ria dell’Associazione di Arti­gia­ni Artes: “Sì mi fa pia­ce­re impe­gnar­mi per­ché aumen­ti la siner­gia tra le bot­te­ghe e le nuo­ve real­tà per rida­re carat­te­re a que­sta pre­zio­sa iden­ti­tà, rilan­cian­do in qual­che modo il mon­do dell’artigianato 2.0”. Con­cor­dia­mo su que­sto idea­le e pro­get­to fon­da­men­ta­le anche per noi. 

ACROSS THE GLASS
Cor­so Regi­na Mar­ghe­ri­ta 90/c – Torino
Cell. 333/2548932
www.acrosstheglass.it
www.facebook.com/AcrossTheGlass
www.instagram.com/ACROSSTHEGLASS