Atelier Firmato Tuttorosa: quattro chiacchiere in cortile…

Tori­no è famo­sa per i suoi cor­ti­li sto­ri­ci su cui si affac­cia­no palaz­zi di gran­de pre­gio. Ma ne esi­sto­no di diver­si che val la pena di valo­riz­za­re e visi­ta­re. Cor­ti­li anti­chi anche loro dove c’è da anni il fer­men­to del­la vita vera cir­con­da­ti alcu­ni dal­le famo­se case a rin­ghie­ra e che al pia­no ter­ra ospi­ta­no bot­te­ghe di arti­gia­ni impen­sa­bi­li ai più. Nel Quar­tie­re Van­chi­glia che abbia­mo gira­to con mol­ti di voi con gran­de entu­sia­smo qual­che set­ti­ma­na fa ne abbia­mo sco­per­ti di dav­ve­ro sorprendenti.

Oggi vi rac­con­tia­mo uno di loro, l’Atelier Fir­ma­to Tut­to­ro­sa. Di rosa c’è solo il cogno­me per­ché in real­tà le ani­me crea­ti­ve del labo­ra­to­rio sono padre Sal­va­to­re e figlio Ric­car­do (che sta rac­co­glien­do il testi­mo­ne appor­tan­do inno­va­zio­ne e impe­gno nel pro­muo­ve­re il loro lavo­ro anche on line e fuo­ri dai con­fi­ni). Ma tor­nia­mo a Sal­va­to­re cui chie­dia­mo come dob­bia­mo defi­nir­lo: “Non mi è anco­ra chia­ro dopo tan­ti anni soprat­tut­to per la varie­tà dei miei lavo­ri. Sono un crea­ti­vo che nasce e resta tut­to­ra, come restau­ra­to­re di mobi­li d’arte. In pas­sa­to io sici­lia­no di ori­gi­ne ( ho anche vis­su­to a Pari­gi per tan­ti anni da gio­va­ne), mi occu­pa­vo di restau­ra­re i mobi­li tiro­le­si che tut­ti sap­pia­mo bene quan­to iano ric­chi di inta­gli e soprat­tut­to deco­ra­zio­ni “. La sua gavet­ta?: “Quel­la di allo­ra che rim­pian­go oggi per i gio­va­ni. Sono pas­sa­to da un labo­ra­to­rio di Via Gua­stal­la e mi è sta­to chie­sto cosa sapes­si fare . Nien­te, la rispo­sta mia. Vie­ni doma­ni, quel­la dell’artigiano. Era così allo­ra, faci­le e dav­ve­ro for­ma­ti­vo, sen­za buro­cra­zia. Restai e tro­vai in me stes­so una manua­li­tà par­ti­co­la­re nel trat­ta­re i colo­ri. Nel tem­po da ribel­le qua­le sono di base, ho un po’ “imba­star­di­to” le rego­le con­ta­mi­nan­do mate­ria­li nuo­vi con tec­ni­che antiche”.

l suc­co del vostro lavo­ro? “Noi pro­get­tia­mo e rea­liz­zia­mo mobi­li di ogni gene­re ma recu­pe­ria­mo e restau­ria­mo anche quel­li vec­chi o anti­chi rega­lan­do loro nuo­va ani­ma soprat­tut­to attra­ver­so la tec­ni­ca del trom­pe l’oeil che ha il pote­re di tra­sfor­ma­re con fan­ta­sia gio­can­do con l’illusione e la crea­ti­vi­tà”. Per que­sto nel loro labo­ra­to­rio accan­to agli stru­men­ti di lavo­ro tipi­ci dell’ebanista tro­via­mo anche ogget­ti e mobi­li in qual­che misu­ra magi­ci che gra­zie alla deco­ra­zio­ne sapien­te ester­na diven­ta­no e nascon­do­no altro. Per Sal­va­to­re e Ric­car­do, al di là dell’aspetto deco­ra­ti­vo, è sem­pre impor­tan­te garan­ti­re fun­zio­na­li­tà come è giu­sto che sia in una casa abi­ta­ta. Poi che un mobi­let­to abbia la for­ma ester­na di una vali­gia o che una appa­ren­te cor­ni­ce sia in real­tà l’anta di un arma­dio poli­fun­zio­na­le poco impor­ta. Deve pia­ce­re il gio­co del recu­pe­ro, del riu­so, del cam­bia­men­to. Sia noi che gli ami­ci che han­no con­di­vi­so con noi il tour non riu­sci­va­no a stac­ca­re gli occhi da qua­dri, pen­nel­li antro­po­mor­fi, appen­dia­bi­ti per Nata­le, qua­dri diver­ten­ti, c’è dav­ve­ro da per­der­si man­te­nen­do un sor­ri­so costan­te che è tan­ta cosa di que­sti tem­pi. Crea­ti­vi­tà, iro­nia, gio­co e tan­ta com­pe­ten­za e abi­li­tà: gli ingre­dien­ti che fan­no di Sal­va­to­re e Ric­car­do due gran­di Arti­gia­ni. E poi sem­pre gra­zie a loro il famo­so cor­ti­le si ani­ma di aven­ti dav­ve­ro inte­res­san­ti dove poe­sia, rac­con­ti, arte e tan­ta sana con­vi­via­li­tà offro­no agli abi­tan­ti del quar­tie­re ma non solo, occa­sio­ni aggre­ga­ti­ve che sol­le­va­no l’animo. Noi li segui­re­mo ed aiu­te­re­mo nel­le pros­si­me pro­gram­ma­zio­ni per­ché Tori­no è anche que­sto e per que­sto va soste­nu­ta e promossa.

Un ulti­mo pen­sie­ro Sal­va­to­re lo dedi­ca ai gio­va­ni: “Ci augu­ria­mo che il nostro lavo­ro pos­sa tro­va­re sboc­co anche nel­le scuo­le di ogni ordi­ne e gra­do. I bam­bi­ni e ragaz­zi devo­no capi­re anche l’importanza del­la manua­li­tà che può diven­ta­re lavo­ro o anche sem­pli­ce­men­te sti­mo­la­re i loro talen­ti. Noi sia­mo dispo­ni­bi­li a dedi­ca­re alle scuo­le tem­po per ritro­va­re quel­lo spi­ri­to di con­di­vi­sio­ne che ho rice­vu­to io da pic­co­lo e che ora trop­pa buro­cra­zia e disin­te­res­se han­no ridot­to a zero”.

ATELIER FIRMATO TUTTOROSA
Labo­ra­to­rio Via Van­chi­glia 30 (int. cor­ti­le)
Tel. 3392341567 /3404761284
www.firmatotuttorosatorino.it
https://www.facebook.com/Atelier-firmato-Tuttorosa-327116810672139
https://www.instagram.com/firmato_tuttorosa/
salvatore.tuttorosa@gmail.com
riccardo.tuttorosa@gmail.com