David Zonta: l’artigiano del verde

Per David Zon­ta, nato sul­le spon­de del ver­deg­gian­te Lago Mag­gio­re, a Ver­ba­nia, in una fami­glia di flo­ri­col­to­ri le stra­de avreb­be­ro potu­to esse­re due: non poter­ne più di ser­re e pian­te oppu­re pro­se­gui­re in quel cam­po impri­men­do alla sua atti­vi­tà e vita un carat­te­re asso­lu­ta­men­te per­so­na­le. Ha deci­sa­men­te scel­to la secon­da e quan­do lo incon­tria­mo per saper­ne di più di que­sto Gar­den e Flo­ral Desi­gner che fir­ma tra i tan­ti impe­gni anche una rubri­ca su La Stam­pa curio­sa­men­te inti­to­la­ta “Stro­pic­cia­to come un papa­ve­ro”, venia­mo a con­tat­to con una bel­la per­so­na che ha fat­to del ver­de, in mil­le decli­na­zio­ni, una chia­ve non solo di gra­ti­fi­ca­zio­ne pro­fes­sio­na­le ma di equi­li­brio con il mon­do. “Mio padre mi ha inse­gna­to sin da pic­co­lo a rico­no­sce­re le pian­te invi­tan­do­mi sem­pre a guar­da­re meglio. Ora mi ren­do con­to che è pro­prio uno sguar­do nuo­vo che for­se mi distin­gue in que­sto set­to­re. Via via ho volu­to appro­fon­di­re e par­te­ci­pa­re a cor­si diver­si anche sui fio­ri reci­si. Fino a con­se­gui­re pri­ma il Diplo­ma di Fio­ri­sta Euro­peo, poi quel­lo di Flo­ral Designer.

Immer­so in tan­ta bel­lez­za ho poi deci­so a modo mio di resti­tuir­ne un po’ al pros­si­mo met­ten­do attra­ver­so la con­sa­pe­vo­lez­za di una vita dove il ver­de è com­pa­gno fede­le e ras­si­cu­ran­te”. Par­la­re del benes­se­re che rega­la il ver­de sem­bra oggi una mis­sion un po’ con­su­ma­ta ma per David Zon­ta c’è asso­lu­ta sin­ce­ri­tà e auten­ti­ci­tà. Oggi lo tro­via­mo impe­gna­to su più fron­ti. Si è libe­ra­to dei vin­co­li di un nego­zio per poter ope­ra­re in asso­lu­ta liber­tà, spes­so in com­pli­ce ed ispi­ra­ta col­la­bo­ra­zio­ne con la moglie Ele­na Patris, psicologa.

Pro­get­ta e rea­liz­za con le mani alle­sti­men­ti flo­rea­li per inter­ni ed ester­ni, veri pez­zi uni­ci, qua­si figli, pro­muo­ve cor­si e work­shop per pri­va­ti, pro­fes­sio­ni­sti del set­to­re ma anche per ricet­ti­vi bam­bi­ni a scuo­la. Per­ché il ver­de pro­muo­ve uno “star bene” che non ha con­fi­ni. Basta riac­qui­sta­re o poten­zia­re uno sguar­do curio­so e pron­to a coglie­re le mera­vi­glie del­la natu­ra, lì a dispo­si­zio­ne per tut­ti indistintamente.

David va ben oltre le descri­zio­ni e carat­te­ri­sti­che bota­ni­che di pian­te e fio­ri. C’è com­pe­ten­za e tec­ni­ca sen­za alcun dub­bio ma soprat­tut­to il dono di por­ge­re a chi si rela­zio­na con lui un mix straor­di­na­rio tra un mestie­re di anti­che ori­gi­ni e tut­te le pos­si­bi­li decli­na­zio­ni nel mon­do con­tem­po­ra­neo. Alla fine si cer­ca la feli­ci­tà nell’osservazione atten­ta del­la bel­lez­za che nasce dal rispetto. 

Non è un con­cet­to com­pli­ca­to, più dif­fi­ci­le met­ter­lo in atto sen­za far­si tra­vol­ge­re dal­le ansie e pre­oc­cu­pa­zio­ni quo­ti­dia­ne. Lui ci rie­sce e par­la volen­tie­ri del ver­sa­ti­le pro­get­to idea­to con la moglie “Land Art Lab”, un con­te­ni­to­re dove il pro­ta­go­ni­sta è natu­ral­men­te il ver­de pro­get­ta­to per aumen­ta­re la qua­li­tà di spa­zi e rela­zio­ni uma­ne tra cui gli ambien­ti di lavo­ro. Si entu­sia­sma rac­con­tan­do­ci la rea­liz­za­zio­ne di un ter­raz­zo del Pron­to Soc­cor­so del Regi­na Mar­ghe­ri­ta tra­sfor­ma­to in area ver­de disten­si­va rea­liz­za­to con la Fon­da­zio­ne Albe­ro Gemello. 

Rige­ne­ra­ti dal ver­de (anche quel­lo dimen­ti­ca­to come dice lui) ed alle­na­ti ad uno sguar­do che pri­vi­le­gia il posi­ti­vo e la bel­lez­za in ogni aspet­to del­la vita: ecco una ricet­ta per ritro­va­re in cia­scu­no di noi scheg­ge di crea­ti­vi­tà e di incan­to asso­lu­ta­men­te pre­zio­si. Nel­la vita pri­va­ta come nel lavo­ro. Ed un allea­to, tan­ti com­pa­gni di avven­tu­ra, ci assi­cu­ra David Zon­ta, esi­sto­no in natu­ra. Basta sco­prir­li con occhi nuovi. 

 

FLORAL & GARDEN DESIGNER DAVID ZONTA
https://www.davidzonta.com
info@davidzonta.com
T
el – 3358168204