Angelo Lussiana: la faccia artistica del cartone

Incon­tria­mo Ange­lo Lus­sia­na in Bor­go Cam­pi­do­glio ‘a casa’ di un ami­co ‘Cal­za di cuo­io’ già pre­sen­te sul nostro sito. E pro­prio in que­sto gran­de, stu­pen­do spa­zio che sa di mon­do sen­za con­fi­ni, por­ta in espo­si­zio­ne alcu­ne sue ope­re. Tra arti­gia­ni che si rispet­ta­no c’è col­la­bo­ra­zio­ne e sti­ma e si por­ta avan­ti insie­me il valo­re del ‘fat­to a mano’. Lui, di Gia­ve­no, ci dice subi­to: “Non so mica chi sono vera­men­te, arti­gia­no, arti­sta, desi­gner boh! In real­tà sono un per­so­nag­gio in cer­ca di iden­ti­tà…”.Capia­mo che è pro­prio uno straor­di­na­rio mix di tut­to que­sto con­di­to con iro­nia e umiltà.

Ma andia­mo per pas­si. Ange­lo nel­la pri­ma vita si occu­pa per 24 anni di inve­sti­men­ti con il lavo­ro in ban­ca. E’ un ragio­nie­re e tenia­mo a men­te que­sto dato che in qual­che modo spie­ghe­rà tan­te cose. In ban­ca sì ma per tut­ta la vita con una manua­li­tà crea­ti­va che dap­pri­ma espri­me in varie dire­zio­ni. “Sin da gio­va­ne ho scol­pi­to pie­tra, legno, fat­to fusio­ni in piom­bo e bron­zo e lavo­ra­to la cera­mi­ca”. Un’attività paral­le­la, gra­ti­fi­can­te che ne fa emer­ge­re una per­so­na­li­tà polie­dri­ca e dirom­pen­te. Il lavo­ro in ban­ca, dicia­mo­lo, sa esse­re noio­so e quin­di ad un cer­to pun­to ritor­na fuo­ri il ‘tar­lo’ del crea­ti­vo e si ripar­te da sopram­mo­bi­li in legno.

Poi arri­va una mac­chi­na a con­trol­lo nume­ri­co CNC uti­le per lavo­ra­zio­ni di pre­ci­sa­zio­ne e il casua­le pas­sag­gio al car­to­ne. Come spes­so acca­de sono pic­co­li even­ti a segna­re un desti­no. E nel caso di Ange­lo la richie­sta del­la figlia di segna­po­sti per la cena di Nata­le rea­liz­za­ti in car­to­ne di recu­pe­ro gli fa sco­pri­re un mon­do. Cosa suc­ce­de a quel pun­to?: “Suc­ce­de che mi si apre un mon­do. Il car­to­ne è un mate­ria­le sem­pli­ce, pove­ro, ver­sa­ti­le che ne con­sen­te il riu­so e il rici­clo”.  Ange­lo ini­zia a stu­diar­lo per­ché non esi­ste let­te­ra­tu­ra in mate­ria, lo stu­dia con la minu­zia del ragioniere…e capi­sce che si deve par­ti­re da un pro­get­to sca­ra­boc­chia­to su un foglio, appun­ti di un pro­ces­so pro­dut­ti­vo nient’affatto scon­ta­to. Poi ci voglio­no attrez­zi fun­zio­na­li ad hoc. Ed inven­ta uno ‘sti­le’, una tec­ni­ca per rea­liz­za­re ogget­ti dav­ve­ro incre­di­bi­li. “Spes­so mi chie­do­no con cosa rea­liz­zo i miei ogget­ti. Spie­go che quel­lo che vedo­no non esi­ste, è in veri­tà la par­te nasco­sta, il car­to­ne che non è, quel­la che si mostra per­ché sia­mo soli­ti veder la fac­cia­ta ester­na, quel­la liscia. Biso­gna inten­de­re il pro­ces­so crea­ti­vo: dise­gna­ta la sezio­ne, su que­sta sago­ma­te in modo diver­so ven­go­no dise­gna­te e poi taglia­te ‘n’ par­ti che uni­te tra di loro com­pon­go­no l’effetto tri­di­men­sio­na­le. Così fat­to, l’oggetto offre una super­fi­cie più resi­sten­te agli urti, più uni­for­me qua­si vel­lu­ta­ta, più mor­bi­da alle cur­va­tu­re e pri­va di scalini”. 

E’ per quel­lo che con que­sto mate­ria­le da mace­ro che Ange­lo ren­de fles­si­bi­le e mor­bi­do, rie­sca a rea­liz­za­re bor­set­te, lam­pa­de, tavo­li­ni, vali­get­te por­ta pc, vas­soi ed anche instal­la­zio­ni o scul­tu­re deci­sa­men­te arti­sti­che. Le imma­gi­ni ren­do­no bene l’idea. Con una par­ti­co­la­ri­tà. “Non rie­sco mai a crea­re desi­gn fine a se stes­so, ad usci­re dal­la fun­zio­na­li­tà. I miei ogget­ti van­no usa­ti, godu­ti”. Non è un caso che le crea­zio­ni di Ange­lo Lus­sia­na abbia­no rice­vu­to mol­ti rico­no­sci­men­ti impor­tan­ti inter­na­zio­na­li. Ma c’è un appun­ta­men­to cui tie­ne tan­to, una nuo­va col­la­bo­ra­zio­ne che lo por­te­rà ad espor­re al pros­si­mo ‘Fuo­ri Salo­ne del mobi­le” mila­ne­se in  set­tem­bre. Un pro­get­to bel­lo che lo vede abbi­na­to con un brand nuo­vo ad un pit­to­re Lom­bar­do Milo che dipin­ge­rà i para­lu­mi mon­tan­ti sul­le basi crea­ti da Ange­lo. For­se anche borse…La crea­ti­vi­tà non ha con­fi­ni… Vi ter­re­mo informati!

ANGELO LUSSIANA – CARDBOARD & DESIGN
Stra­da del Fer­ro 21  – Gia­ve­no (TO)
Tel. 349 4438686
www.angelolussiana.com
posta@angelolussiana.com